lunedì, marzo 26, 2007

back from Cartoomics



Milano capitale della moda, Milano capitale degli affari.
Milano capitale del fumetto? Per quanto riguarda l'aspetto fieristico sicuramente no, nonostante le ripetute e diverse fiere che si fanno durante l'anno come in nessun'altra città. Naturalmente non sto nemmeno considerando la presenza di Lucca, tanto la differenza tra questa, LA fiera in Italia, e un'altra qualunque fiera del fumetto.
Appena entrati e ambientati un pò con la disposizione fieristica si nota una particolarità non indifferente, nessuna distinzione tra editori e di negozi, tutti mescolati in un calderone di stand confusi, se non poche eccezioni.
Ambiente completamente diverso da quello di Mantova solo un paio di settimane fa. Presenza di autori minimalista, resa ancor più scarna dalla completa mancanza di pubblicità, o passavi per caso davanti allo stand oppure lo venivi a sapere dopo, inquietante cha sabato ci fosse Toppi a firmare e dedire albi e nessuna comunicazione.
Interessante invece l'idea della "fabbrica del fumetto" nella quale vari autori, da promettenti ai più affermati, dovevano disegnare una pagina ciascuno di una sceneggiatura data al momento e le varie mostre da presenti.
Probabilmente è la stessa definizione ad essere sbagliata, se Lucca e ad esempio Mantova sono fiere, il Cartoomics alla fine non è altro che una mostra mercato, concentrata sull'aspetto commerciale, d'altronde eravamo a Milano...vendere vendere vendere.. poi non so quanto, nonostante l'affluenza si sia effettivamente venduto.
e visto che fin'ora sono stato fin troppo serio e analitico è il momento di cazzeggiare un pò...
acquisti, si parlava di affari come non iniziare da qua, importantissimo recuperato due delle opere di Shakspeare illustrate da Gianni de Luca, l'"Amleto" e il "romeo e giulietta"
un importantissimo scambio è avvenuto...un Flash per un Batman...
grazie all'ora legale si è dormito per 4 ore, me non importa per la bellissima serata passata con Di Bernardo, Turini, Ambu e Gudagni e Matteuzzi, e anche il viaggio di prima mattina (dovevamo partire per le 1,0 siamo partiti poco prima delle 11) da Lovere per Milano... e la fatica che ancora si ripercuote...
Piccola considerazione finale: alla fine la "fiera" può essere interessante o meno, gli acquisti tanti o pochi, ma se ci le persone giuste, tutto il resto passa in secondo piano...

2 commenti:

-logan- ha detto...

quote
Piccola considerazione finale: alla fine la "fiera" può essere interessante o meno, gli acquisti tanti o pochi, ma se ci le persone giuste, tutto il resto passa in secodo piano...
fine quote

grazie troppo gentile... :D

Ylith ha detto...

E la stanchezza accumulata deve essere stata davvero parecchia, visto che per leggere le ultime righe ho dovuto quasi prendere il dizionario. :)
Scherzo, scherzo.
Si, in effetti l'importante è con chi ci si va, se non si ha una buona compagnia non ci si diverte, fosse anche il Lucca comics! ^^
Buona notteeeee!